Cosa fare quando ci si rende conto che si sta invecchiando anche sessualmente?

L’invecchiamento ai giorni nostri è visto solo come una scocciatura negativa che ci fa perdere molte occasioni e possibilità. In realtà di fronte alla constatazione che si sta invecchiando non ci dovrebbe essere nessuna reazione particolare. Semplicemente l’invecchiamento è un processo naturale che necessariamente tutti dobbiamo affrontare. Come abbiamo visto nel post “Ad ogni età la sua sessualità” crescendo la sessualità ha dei cambiamenti, ma se la si coltiva in modo costante l’invecchiamento non la preclude. Nello specifico nel post precedente abbiamo visto come i cambiamenti legati all’invecchiamento non sono sempre negativi.
Dunque con l’invecchiamento la sessualità normalmente cambia, in genere si rallenta, l’attività sessuale è meno frequente e c’è necessità di maggiore stimolazione durante il rapporto e di tempo per raggiungere l’orgasmo. Ma questo in sé non è un male. Non esiste un numero aureo di rapporti giusto, anzi non ci si deve assolutamente focalizzare sulla quantità, bensì sulla qualità di ogni singolo rapporto.
Quando ci si accorge che qualcosa non è più come prima innanzitutto è bene indagare se ci sia una sottostante patologia medica su cui dover intervenire. Nell’uomo si può rilevare una perdita di turgore nell’erezione che può arrivare fino a problemi di erezione con annesso calo del desiderio. Nelle donne invece la menopausa può causare problemi di secchezza vaginale e dolore nella penetrazione. Inoltre stress, fatica, malattie croniche possono influire negativamente sulla sessualità. Ogni problema va affrontato con specificità e soluzioni mirate.
Se non ci sono concomitanti problemi fisici e si riscontra un calo del desiderio o dell’eccitazione non lasciatevi abbattere. Non è l’invecchiamento in sé il problema, ma l’atteggiamento con cui viene affrontato. Se ci si lascia abbattere e si pensa che tutto è perduto non si troverà l’energia e la prontezza adatta per affrontare la situazione. Nulla è nella realtà perduto va solo adattato alla situazione che si sta vivendo.
Innanzitutto si deve accettare il fatto che non si possono più avere le stesse prestazioni che si avevano da giovani. Ma questo non vuol dire non averle per niente o doversi rassegnare a prestazioni sessuali scarse e insoddisfacenti.
Diventa sempre più necessario sapersi concedere il giusto tempo e ritmo. Focalizzarsi su cosa piace veramente, su qualsiasi cosa possa scatenare l’eccitazione. Non fermatevi agli stereotipi della vecchiaia che vuole un sesso stereotipato e senza fantasia. Cercate di rendere varia la vostra attività sessuale. È la vostra vita sessuale e solo voi potete definirla, desiderarla e crearla come più vi piace.
Rimanete recettivi verso l’attività sessuale, magari non avete molta voglia o vi sentite stanchi, ma alle volte il desiderio cresce solo lasciandosi andare. Se poi sentite di non avere molte energie per un rapporto completo, la sessualità può prendere altre forme come coccole, carezze erotiche, o sesso orale.
Mantenere comunque una vita attiva e sana con una giusta alimentazione è molto importante.

Foto di bravenewtraveller

Il Sesso e la Luna

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*