Terapia di coppia per amanti: adulteri in analisi nel nuovo film con Ambra Angiolini e Pietro Sermonti

Un uomo e una donna si incontrano per caso in un locale, al lavoro, in un parco, in palestra e si ingenera da subito un gioco di sguardi a cui è impossibile sottrarsi.

Da lì al tentativo di approccio il passo è breve, anzi brevissimo. A una battuta segue la risposta, nei tempi e modi perfetti, quasi questo dialogo fosse scritto in un copione, quasi queste due persone si conoscano da anni, legati da un’affinità unica e rara, un’affinità elettiva, per utilizzare suggestioni letterarie.

Questa è la dinamica da cui prendono il via molte relazioni clandestine e non a caso, perché spesso chi sta vivendo un periodo di crisi di coppia, e di conseguente frustrazione, è predisposto a lasciarsi andare, a ricercare certe sensazioni ormai perse per strada.

Da un inizio così promettente è normale si passi a una passione travolgente, un rapporto caratterizzato da una complicità sessuale mai provata prima. Succede perché entrambi sanno di poter vivere in una dimensione parallela ma privata, blindata al giudizio esterno.

Ma cosa succede quando il sesso non basta più, quando uno non riesce a stare più senza l’altro e senza le sensazioni magiche che scaturiscono da ogni incontro?

Le persone più razionali, legate alla famiglia, ai figli, spesso decidono di troncare, di rinunciare alla propria felicità, in virtù di un valore in cui hanno creduto un tempo e sperano di poter credere ancora. Ma ci sono amori che non riescono, non possono spegnersi, non ce la faranno mai e allora si comincia a pensare di uscire dalla clandestinità, nel momento giusto, quel momento giusto che, però, sembra non arrivare mai, una impasse che genera incomprensioni e dalla pace e beatitudine si passa alla crisi di coppia e che sia una coppia non regolare, poco importa…

Questo è quello che succede a Viviana (Ambra Angiolini) e Modesto (Pietro Sermonti), nel film di Alessio Maria Federici Terapia di Coppia per amanti, tratto dal romanzo di successo di Diego De Silva, in uscita giovedì 26 ottobre al cinema.

Come affrontano Viviana e Modesto questo momento di crisi? Andando in terapia, una scelta anomala che fa sorridere, perché comunemente sono le coppie normali a tentare la via dell’analisi.

Un film esilarante con dialoghi frizzanti che ci fanno sorridere e, in alcune scene, persino ridere a crepa pelle, ma con un’incredibile aderenza alla quotidianità vissuta dalle coppie clandestine, che spesso oscilla tra l’odio e l’amore, tra la solitudine e la voglia di viversi pienamente.

Un film dalla trama originale e non banale, assolutamente da non perdere.

 


Sesso e psiche – DiLei